Categorie
Passioni Sport & Marketing

Commodore: lo sponsor cool di Bayern, Chelsea, PSG e Dinamo

Il computer Commodore 64 torna sul mercato. Alla scoperta dello sponsor di maglia più cool del calcio Anni 80

Per la gioia di tanti quarantenni il Commodore 64 è tornato sul mercato con una riedizione moderna dal nome TheC64 della Retro Games. Effetto nostalgia: era il gennaio 1982 quando al CES di Las Vegas veniva presentato il primo Commodore 64: l’home computer in assoluto più venduto in Italia ed Europa negli Anni 80 del secolo scorso. E il primo sponsor globale del calcio europeo, con il marchio che compare sulle maglie di ben 4 squadre: questo esempio sarà seguito da altri brand fino a Fly Emirates.

Un po’ di storia e numeri prima di parlare ancora di calcio. Il C-64 arriva sul mercato statunitense nel mese di agosto 1982, a un prezzo di 595 dollari. In Italia sbarca nel marzo dell’anno successivo a 970mila lire. Tra il 1983 e il 1986 se ne vendono 2,5 milioni all’anno: secondo le stime in tutto l’azienda ha venduto oltre 17 milioni di Commodore 64. Il decennio breve del marchio Commodore (1984-1994)  ci ha lasciato qualche storia da raccontare.

C-64: tutto inizia con il Bayern Monaco

L’epopea del marchio Commodore sulle maglie del calcio inizia con il Bayern Monaco nel 1984 con ibavaresi in piena era post Beckenbauer: dopo Iveco e prima di Opel si apre il periodo C-64 seguito da quello Amiga (evoluzione tecnologica del primo home computer). Tanti i kit forniti dallo sponsor tecnico adidas: rosso il primo, bianco quello di riserva. All’epoca andavano forte le linee diagonali.

Bayern Monaco sponsor Commodore 64

Altro club europeo con sponsor Commodore è il Chelsea prima di diventare il fenomeno della Premier inglese a partire dalla metà Anni 90. Dopo Gulf Air compare il marchio Commodore. Strepitosa la serie di maglie Umbro realizzate per i Blues di Londra tra il 1987 e il 1994. Soprattutto i secondi e terzi kit: verde acqua nel 1987/89, rosso nel 1987/88, a righe orizzontali biancorosse nel 1988/89, le losanghe rosse del 1990/92 e quella gialla del 1991/93.

Chelsea sponsor Commodore 64

In Francia il Commodore sbarca sulle maglie del Paris Saint Germain verso la fine degli Anni 80, quando il club della capitale non ancora nel gotha del calcio europeo. E a Parigi si forma una combo davvero interessante tra il C-64 e Nike nelle vesti di sponsor tecnico. Le maglie dello Swoosh per i parigini sono decisamente orribili con tanti colori e troppi altri marchi sulla divisa.

PSG sponsor Commodore 64 Amiga

Dinamo Kiev, rivoluzione sovietica con Commodore

Ma la vera chicca è la sponsorizzazione della Dinamo Kiev, ai tempi la squadra più in vista dell’Unione Sovietica. È l’epoca del disgelo e dell’apertura verso l’Occidente da parte dei “russi”. Grazie alla cavalcata nella Coppa delle Coppe nel 1985-86 la Dinamo riesce a mettere sulle maglie il marchio Commodore nella fase finale della Coppa Campioni del 1986-87: la squadra tiene bene la competizione fino alle semifinali, dove viene eliminata dal Porto che poi, in finale, ha sconfigge il Bayern Monaco.

Dinamo Kiev sponsor Commodore

Ai tempi la maglia europea della Dinamo è molto diversa da quella del campionato sovietico: nessuno poteva da quelle parti può permettersi di comprare maglie adidas o computer Commodore. Quindi gare nazionali con kit vintage e colletto extralarge, partite europee con divisa in acetato, scollo a V e sponsor di tendenza!

(prima pubblicazione 9 gennaio 2012, aggiornamento 12 marzo 2020)

LEGGI ANCHE

5 risposte su “Commodore: lo sponsor cool di Bayern, Chelsea, PSG e Dinamo”

Commodore, non ti dimenticherò mai. Quanti joystick distrutti, alcuni anche in meno di 60 minuti dall’acquisto 😀

E sulle maglie era un signor sponsor, PSG a parte!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.