Categorie
Maglie Calcio Serie A Squadre Italiane

Il Biscione Anni 80 sulla maglia da trasferta dell’Inter 2018-2019

La maglia da trasferta dell’Inter 2018-2019 di Nike è bianca, scollo a V nero e azzurro, grafica a rombi grigi. Torna il simpatico Biscione nella versione grafica usata negli Anni 80.

Inter away kit 2018-2019

La maglia da trasferta dell’Inter 2018-2019 di Nike celebra il Biscione, simbolo della città di Milano, con un motivo grafico a rombi già visto sulla prima maglia dei Nerazzurri per la prossima stagione. Il kit away è bianco, storico colore di riserva della squadra, è la pelle del serpente è rappresentata da un motivo a rombi in grigio chiaro su fondo bianco.

Nella nuova maglia da trasferta dell’Inter lo stemma del club, sul petto a sinistra, ha il bordo in oro mentre il colletto riprende i colori del club, con un lato dello scollo a V in azzurro e l’altro in nero. Sul retro del colletto, dove il nero e l’azzurro si incontrano, è posizionato lo storico stemma che identificava il club negli Anni 80: un piccolo biscione stilizzato. I pantaloncini abbinati sono bianchi mentre i calzettoni sono blu con una fascia nera sotto al ginocchio, lo Swoosh e la scritta Inter in bianco.

Molto interessante il ritorno del Biscione, con un simbolo che ha caratterizzato la squadra circa 30 anni fa quando una rivisitazione degli stemmi dei club di calcio italiani ha portato tante novità come il Lupetto della Roma, la maglia bandiera della Lazio, la zebra in 3D della Juventus, il Gallinaccio del Genoa e molti altri casi.

Per quanto riguarda l’Inter il Museo del Marchio italiano ricorda che “nel 1979 fece la comparsa uno scudetto con due strisce nerazzurre trasversali su cui viveva un biscione bianco non più nella classica posizione attorcigliata con l’omino in bocca ma dai lineamenti più simpatici e raffigurato in transito; in alto a sinistra c’era la stella che simboleggiava la conquista di 10 scudetti. Questo stemma cominciò a comparire anche sulle divise di gara. Nel 1991 si ritornò allo stemma del 1963” e cioè “lo stemma originario con la sola aggiunta di un cerchio dorato tra quello nero e quello azzurro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.