Categorie
Abbigliamento Tecnico Tennis

Tennis: Open di Francia 2018, abbigliamento al Roland Garros

L’abbigliamento da tennis per il Roland Garros 2018. Colori pastello come sabbia, rosa salmone, blu petrolio. E la tuta da Black Panther di Serena Williams!

tutanera Serena WIlliams Parigi

Con l’Open di Francia si apre il secondo Slam della stagione internazionale del tennis. Siamo a Parigi per il tradizionale appuntamento del Roland Garros 2018. I due big Nike e adidas puntano su colori non troppo vivaci. Azzurro in una tonalità petrolio per lo Swoosh, rosa salmone abbinato a un blu petrolio per le tre strisce.

La scena è tutta per Serena Williams al debutto nel terzo giorno con un outfit davvero innovativo di Nike: una tuta nera con una cintura rossa intorno alla vita. Si chiama “catsuit” e si ispira alla divisa di Catwoman. Come il vestito di un supereroe garantisce libertà di movimenti e massima traspirazione. Segna un nuovo punto di arrivo per l’abbigliamento da tennis.

Embed from Getty Images

Lo spagnolo Rafa Nadal cerca l’assalto al trofeo numero 11 a Parigi con un outfit per il Roland Garros 2018 di Nike che punta sul blu. La t-shirt con scollo a V è di colore azzurro con le maniche e una classica fascia azzurra tono su tono all’altezza del petto. Pantaloncini blu petrolio in abbinamento alle scarpe.

Embed from Getty Images

Sasha Zverev veste un girocollo abbottonato sul davanti di adidas con un tessuto a trama tridimensionale di colore rosa salmone.L’abbinamento è con pantaloncini color sabbia. Lo stemma sul petto è quello del Roland Garros 2018 mentre il logo adidas è sulla manica sinistra.

Embed from Getty Images

Il croato Marin Cilic veste Fila con una t-shirt con maniche e spalle rosse, una fasciatura di bianco e blu per richiamare la bandiera francese e anche quella del suo paese. Pantaloncini bianchi. Stesso sponsor per l’argentino Diego Schwartzmann, ma con disposizione dei colori differente.

Embed from Getty Images

Embed from Getty Images

L’argentino Juan Martin Del Potro con Nike punta invece se l’outfit di colore nero fasciato sul petto da un doppio giro di colore bianco. Nel suo caso la polo ha un collo alla coreana abbottonato sul davanti.

Embed from Getty Images

Il bulgaro Grigor Dimitrov con Nike sfoggia una t-shirt girocollo aperta sul davanti con bottoncini dal sapore vintage e con un colore celeste chiaro. Pantaloncini neri.

Embed from Getty Images

Dominic Thiem e Jo-Wilfred Tsonga vestono una maglia girocollo adidas blu abbottonata sul davanti con l’orlo delle maniche fasciato di rosa. Pantaloncino bianco. Anche in questo caso stemma Roland Garros 2018 sul petto e logo adidas sulla manica sinistra. Stessa scuderia per il ceco Tomas Berdych che sfoggia t-shirt color sabbia abbinata a pantaloncini blu.

Embed from Getty Images

Embed from Getty Images

Il sudafricano Kevin Anderson veste lotto con polo verde acqua che presenta una sfumatura verso il grigio. Pantaloncino blu scuro.

Embed from Getty Images

Lo svizzero Stanislas Wawrinka è a Parigi con lo sponsor tecnico Yonex che prevede una polo azzurra con maniche e schiena blu abbinata a pantaloncini bianchi. Nel primo match cambio di polo con un modello completamente bianco.

Embed from Getty Images

Embed from Getty Images

Lucas Pouille sfoggia invece il modello adidas in colore sabbia con maniche bordate di rosa abbinato a pantaloncini blu petrolio.

Embed from Getty Images

David Goffin e Gaël Monfils sono le punte di diamante di Asics per il Roland Garros 2018. Entrambi con outfit di colore scuro e dettagli in bianco: Goffin blu navy e Monfils nero.

Embed from Getty Images

Embed from Getty Images

Kei Nishikori è rimasto il testimonial di Uniqlo nel tennis di alto livello dopo il passaggio di Novak Djokovic a Lacoste. Per Parigi sono due gli outfit ed entrambi con sapore vagamente vintage Anni 70. Una polo color salmone fasciata sul petto e abbinata a pantaloncini marroni; una polo bianca sempre fasciata abbinata anche lei a pantaloncini marroni.

Embed from Getty Images

Novak Djokovic prosegue con Lacoste la sua esperienza vestendo il bianco e rosso con una polo dal design vagamente retrò abbinata a pantaloncini rossi.

Embed from Getty Images

L’americano John Isner con Fila sfoggia la quintessenza dello stile francese con una marinara con il tricolore transalpino. Sam Querrey con lo stesso sponsor tecnico gioca invece con il blu e l’azzurro.

Embed from Getty Images

Embed from Getty Images

Il francese Richard Gasquet è testimonial del marchio transalpino Le Coq Sportif e a Parigi gioca con polo bianca con bande ai fianchi blu e rossa: da notare la manica sinistra con il tricolore francese. Pantaloncini blu navy.

Embed from Getty Images

Fabio Fognini ancora con Hydrogen e con outfit rosso: la t-shirt e i lati dei pantaloncini sono caratterizzati da un fulmine di colore nero.

Embed from Getty Images

Capitolo italiani. Simone Bolelli è in t-shirt grigia e pantaloncini neri dello sponsor Hydrogen. Andreas Seppi con t-shirt Fila di colore celeste chiaro e pantaloncino bianco con due strisce azzurre. Paolo Lorenzi con t-shirt bianca strisciata in multicolore sul petto.

Embed from Getty Images

Embed from Getty Images

Embed from Getty Images

Il serbo Dusan Lajovic con Fila osa una polo gialla con maniche e spalle blu e righe orizzontali abbinata a pantaloncini blu.

Embed from Getty Images

Lo spagnolo Pablo Busta è vestito dall’iberica Joma con t-shirt azzurra con un motivo intrecciato di color argento sulle maniche e pantaloncini bianchi.

Embed from Getty Images

L’australiano Bernard Tomic con Lacosta sfoggia un completo con polo blu notte fasciata sul petto con blu, arancione e rosa.

Embed from Getty Images

In campo femminile l’ucraina Elina Svitolina ha il tank Nike di colore verde petrolio con una grafica centrale tono su tono.

Embed from Getty Images

La danese Caroline Wozniacki in tank nero prodotto da adidas ma disegnato dalla stilista britannica Stella McCarthy.

Embed from Getty Images

La romena Simona Halep sfoggia il tank Nike di color blu petrolio con gonnellino non plissettato e canotta a girocollo.

Embed from Getty Images

La russa Maria Sharapova punta invece sul tank di Nike nella speciale versione knitted e molto sbracciato.

Embed from Getty Images

La lettone Jelena Ostapenko presenta la canotta adidas rosa con plisse e il gonnellino blu petrolio.

Embed from Getty Images

La ceca Petra Kvitova anche lei con Nike propone la stessa versione ma non con il tank.

Embed from Getty Images

Victoria Azarenka è testimonial Nike e per Parigi ha scelto un completo con canotta e gonnellino neri.

Embed from Getty Images

Serena Williams sfoggia il classico tank colorato EleVen e con grafica accattivante che richiama i tessuti africani. Tonalità rosso, bianco e grigio e nero.

Embed from Getty Images

Camila Giorgi invece ha il solito look originale con canotta bianca a fiori abbinata a gonnellino bianco con richiamo del tessuto floreale.

Embed from Getty Images

La francese Alize Cornet con Lotto sfoggia un tank con canotta con motivo astratto nero su fondo rosa tenue.

Embed from Getty Images

Carla Suarez Navarro porta la losanga Lotto con una canotta verde acqua abbinata a gonnellino nero con motivo floreale sempre verde acqua.

Embed from Getty Images

La spagnola Garbine Muguruza veste anche lei adidas by Stella McCarthy con il tank nero e dettagli in grigio.

Embed from Getty Images

La russa Svetlana Kuznetsova ha invece un outfit rosa con pantaloncino del marchio cinese Qiaodan, noto per avere un logo molto simile a quello del Jumpman di Nike.

Embed from Getty Images

Come sempre appariscente il look di Bethanie Mattek-Sands: l’americana gioca a Parigi con gonnellino rosa frangiato, calzettoni fino al ginocchio neri e maglia nera con motivi optical bianchi

Embed from Getty Images

8 risposte su “Tennis: Open di Francia 2018, abbigliamento al Roland Garros”

Anche se Wimbledon è e sarà per sempre la tradizione per antonomasia, personalmente ho sempre visto anche il Roland Garros come uno Slam dal forte sapore vintage; le due tappe europee sulle “vecchie” erba e terra rossa, in contrapposizione coi più “moderni” appuntamenti su cemento (da trent’anni a questa parte) di Melbourne e Flushing Meadows.

Per questi motivi credo che anche a Parigi l’abbigliamento, pur con maglie più larghe di Londra, dovrebbe regolarsi di conseguenza. E invece quest’anno, sulla terra parigina c’è poco o nulla che mi convince: salvo unicamente Fila, che anche quando gioca con i colori, riesce a mantenere uno stile perfettamente in equilibrio tra sobrietà ed eleganza, decisamente d’impatto.

Il contrario della, per me molto deludente, Lacoste che trovo abbia affibbiato a Djokovic dei capi abbastanza dozzinali, molto lontani dalla ricercatezza e dalla tradizione che storicamente porta avanti il Coccodrillo; e l’ultima e spenta versione di Nole, direi che ben rappresenta lo stato di questo matrimonio. C’è quasi da rimpiangere Uniqlo, il che è tutto dire… 😀

Tra le donne, anche qui trovo poco o nulla che salta all’occhio. Piccola menzione solo per Svitolina, e non per l’outfit… (sarebbe stato troppo scontato citare Masha…) 😉

Fila si è impegnata con un outfit coerente con l’evento. Lotto vivacchia con le sue sfumature di azzurro e grigio, ma personalmente trovo ormai logoro il loro concept. Lacoste pessima con Nole, meglio con i francesi. Nike benissimo con Del Potro. Nadal ha la solita t-shirt da… Nadal!!! Serenona ha spostato l’asticella in altissimo: la bat-tuta (nel senso di tuta di Batman) qualcosa da capire ancora!

La bat-tuta di Serena (tra l’altro, ottimo neologismo!), la vedo sulla falsariga del body Kappa della povera Florence Griffith a Seul ’88: più appariscente che utile. Se l’obiettivo è far parlare, allora a questo punto voglio il massimo dell’inconcepibile… allora viva i jeans i Agassi! 😉

Quelli rimangono imbattuti! Soprattutto con i ciclisti fucsia sotto! Per il resto credo per Serena sia una questione di libertà di movimenti: lei ha un fisico possente e in questo momento della carriera non è ancora tornata quella di prima della gravidanza. Credo che i top, i tank o i gonnellini Nike non siano proponibili per lei… Alla fine ti dico la verità: la trovo una donna che ben poco bada alle apparenze e osa grazie a uno sponsor sempre in cerca di novità!

Sicuramente Williams è molto meno “mediatica” di colleghe come Sharapova o Bouchard, o dell’ormai leggendaria capostipite Kournikova; anche se alla fine, pure Serena ha ceduto allo swimsuit issue di ‘Sports Illustrated’… 🙂

Certo è che di Serena in campo, io ricordo negli anni scorsi almeno il completo “borchiato” e abbinato ad anfibi carrarmato – una mise che, pur con i dovuti accorgimenti del caso in fatto di materiali, immagino non fosse proprio comodissima -, quello in simil-latex, o gli slip nude-look… insomma quando vuole, pure Serena sa far parlare di se, non solo per le vittorie 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.