Perché quella nera dei Warriors è la maglia più bella della Nba

Square

warriors maglia nera the town

Con la nuova stagione ai nastri di partenza è ora di decidere la maglia Nba più bella del 2017-2018: a nostro parere è quella nera dei Golden State Warriors. Si tratta della terza divisa della stagione e rende omaggio alla città che ospita i campioni in carica, cioè Oakland. Per questo motivo il riferimento è “The Town” e c’è il disegno stilizzato di una quercia che è ripreso dal gonfalone cittadino.

Era ora che la franchigia Nba rendesse omaggio alla città che la ospita nella Oracle Arena e i designer Nike hanno lavorato insieme ai dirigenti dei Warriors che, a loro volta, hanno lavorato con il municipio di Oakland e ottenuto il permesso di usare lo stesso logo della quercia che si vede sui cartelli stradali e i tombini della città.

Un po’ di storia. I Warriors sono nati nel 1946 a Philadelphia, dal 1962 sono nella Bay Area di San Francisco e dal 1971 si chiamano Golden State. La nuova maglia nera dei Warriors sarà usata per tutte le partite alla Oracle Arena giocate di domenica a partire dal 25 ottobre contro i New Orleans Pelicans (tutte tranne due partite contro Philadelphia l’11 ottobre e contro Oklahoma City il 24 febbraio quando Golden State indosserà la maglia speciale per il Capodanno cinese).

La nuova divisa  “The Town” fa parte delle quattro che Nike ha previsto per ogni team Nba ed è la “statement edition” che segue la “association” bianca e la “icon” colorata. La canotta nera dei Warriors è destinata a restare anche nelle prossime stagioni alternandosi con quella vintage “The City” anche se dalla stagione 2019-2020 i Golden State Warriors lasceranno l’Oracle Arena e Oakland per fare ritorno a San Francisco.

Una maglia da avere perché segna per sempre il legame tra la squadra campione in carica della Nba e la città che ospita le partite dal 1971. I Golden State Warriors sono la squadra della Baia e per sempre lo saranno.