Categorie
Abbigliamento Tecnico

Cagnotto, costume Olimpiadi 2016

Due versioni del costume Arena di Tania Cagnotto per le Olimpiadi: i colori accesi della piuma di pavone e le grafiche glam bianco-grigio.

costume cagnotto olimpiadi 2016

Per le Olimpiadi 2016 a Rio il costume Arena di Tania Cagnotto

Tania Cagnotto partecipa ai Giochi olimpici di Rio 2016 con due costumi speciali. Arena, sponsor tecnico della tuffatrice e della Fin, ha lanciato il secondo contest “Create with Arena” in primavera. La giuria, con anche la campionessa azzurra, ha scelto il migliore progetto e un secondo costume disegnato dagli studenti della Nuova Accademia di Belle Arti di Milano.

Alcune indicazioni generali per i designer erano: vietato l’uso di parole come Rio 2016, vietato il viola (porta sfortuna) e il bianco nuziale. Tania aveva anche dato qualche spunto nella presentazione dell’iniziativa: “Piume di pavone, mezzelune, segni zodiacali e ideogrammi cinesi”.

I vincitori sono i designer Valentina Panichelli con i colori accesi e fluo della piuma di pavone e Oana Juganaru (della Nuova Accademia di Belle Arti di Milano) con una grafica astratta e molto glam nei toni del bianco e del grigio.

“Sono davvero rimasta impressionata dalla creatività dei miei tanti fan, dei giovani appassionati e degli studenti della Nuova Accademia di Belle Arti di Milano. Ho visto molti progetti pensati su ciò che amo e dalle tonalità più in voga”, ha commentato Tania Cagnotto.

Tania Cagnotto è una campionessa che non nasconde di credere alla scaramanzia o, se vogliamo chiamarla in modo diverso, un’agguerrita predeterminazione. A Elle confessa di circondarsi di portafortuna, oltre allo storico quadrifoglio sul polso: “Il mio desiderio era proprio che tutti i partecipanti al contest pensassero a un costume ‘portafortuna’… magari con la piuma di pavone, per richiamare quella che ho tatuata sul fianco o la luna, che amo in tutte le sue varianti, o il toro, il mio segno zodiacale”.

“Siamo lieti che i tanti consumatori abbiano affrontato con entusiasmo e inventiva questa sfida di disegnare un costume per una campionessa mondiale come Tania Cagnotto. Abbiamo ricevuto tante proposte interessanti, che rappresentavano con originalità il ‘Water Instinct’ della tuffatrice italiana e le sue passioni, e speriamo con questo progetto di aver dato un’occasione in più ai suoi fan per accompagnarla nel suo viaggio verso il Brasile”, ha dichiarato Enrico Maria Tricarico, general manager central & southern Europe di Arena.

Inoltre premio speciale della critica ai due costumi disegnati da Luana Pizzi, grazie alle fantasie originali che riprendono motivi floreali e quello della piuma di pavone tanto caro a Tania Cagnotto. I quattro costumi sono stati  prodotti in edizione limitata da Arena per essere indossati dalla tuffatrice azzurra, anche con la compagna di sincro Francesca Dallapé,  con piccoli adattamenti in linea con i desideri espressi da Tania Cagnotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.