Categorie
Maglie Calcio Serie A Squadre Italiane

Serie A 2015-16, i “numeri” delle maglie

Numeri maglia Serie A 2015-2016

Si è chiusa la stagione 2015-2016 della Serie A. Il blog Ama la Maglia ha scelto sul profilo Instagram della Lega Calcio le maglie con i “numeri” dell’annata italiana. Con tanti record da raccontare.

Gianluigi Buffon. La maglia del numero uno della Juventus e della Nazionale è quella del record di imbattibilità: 973 minuti in Serie A senza prendere gol. Poi è arrivato anche il quinto scudetto di fila.

Una foto pubblicata da Serie A TIM (@seriea_tim) in data:

Gianluigi Donnarumma. Anche in questo caso un record, ma con la Nazionale Under 21: il più giovane debuttante a 17 anni e 28 giorni lo scorso 24 marzo. Il portiere del Milan si era già preso il posto da titolare in Serie A a ottobre 2015.

Una foto pubblicata da Serie A TIM (@seriea_tim) in data:

Gonzalo Higuain. Il bomber argentino del Napoli ha segnato 36 gol in stagione ed è il massimo goleador in una singola stagione di Serie A. Superato lo svedese del Milan, Nordhal, che nel 1949-50 ne aveva segnati 35.

Una foto pubblicata da Serie A TIM (@seriea_tim) in data:

Paul Pogba. Una stagione con il pesante numero 10 sulle spalle per il giovane francese della Juventus. E potrebbe essere il giocatore con il costo di trasferimento più alto della storia del calcio se si muoverà da Torino.

Una foto pubblicata da Serie A TIM (@seriea_tim) in data:

Kevin Lasagna. Bomber di riserva del Carpi: ha segnato 5 gol entrando in campo dalla panchina. È record stagionale della Serie A con la chicca della rete a San Siro contro l’Inter. Ma il Carpi è comunque retrocesso.

Una foto pubblicata da Serie A TIM (@seriea_tim) in data:

Miroslav Klose. Il tedesco campione del mondo e detentore del record di gol segnati nella fase finale dei Mondiali chiude l’esperienza con la Lazio a 64 gol e raggiunge Pandev diventando lo straniero più prolifico nella storia biancoceleste.

Una foto pubblicata da Serie A TIM (@seriea_tim) in data:

Antonio Di Natale. Gol numero 227 con la maglia dell’Udinese e addio al calcio (forse): è successo nell’ultima partita contro l’Atalanta in Serie A. Dopo Bierhoff e Amoroso un bomber che non scorderanno in Friuli.

Una foto pubblicata da Serie A TIM (@seriea_tim) in data:

Luca Toni. L’addio al calcio con la maglia del Verona contro la Juventus: gol su rigore nella vittoria 2-1 dei veneti. Il bomber campione del mondo 2006 solo una stagione fa con 21 gol vinceva per la seconda volta la classifica marcatori della Serie A: l’unico italiano a farlo con due maglie diverse (Fiorentina e Hellas Verona).

Una foto pubblicata da Serie A TIM (@seriea_tim) in data:

Leonardo Pavoletti. Il bomber italiano che non ti aspetti con 14 gol è proprio quello del Genoa. Primo italiano nella classifica marcatori della stagione e il sogno di giocare con la maglia della Nazionale a Euro 2016.

Una foto pubblicata da Serie A TIM (@seriea_tim) in data:

Gianpaolo Bellini. Chiude l’esperienza con la maglia dell’Atalanta con 434 presenze: ben 281 quelle in Serie A, che lo portano in vetta nella classifica della Dea al fianco di Stefano Angeleri.

Una foto pubblicata da Serie A TIM (@seriea_tim) in data:

Francesco Totti. Il capitano della Roma, l’eterno campione del calcio italiano e quello che colleziona record uno via l’altro. Contro il Torino lo scorso aprile è arrivata la doppietta più “vecchia” della Serie A: a 39 anni e 7 mesi. Supera così il precedente record di Silvio Piola.

Una foto pubblicata da Serie A TIM (@seriea_tim) in data:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.