Categorie
Maglie Calcio Serie A Squadre Italiane

Juventus, nuove maglie adidas: tutto quello che sappiamo finora

maglie-calcio-2015-juventus

Le nuove maglie adidas della Juventus saranno presentate a partire dall’inizio della sponsorizzazione il primo luglio 2015. Qualche novità è già trapelata. Facciamo il punto su come saranno le divise dei Bianconeri per la prossima stagione.

La nuova pelle dei Bianconeri: tre strisce e tre stelle

La notizia gira da tanto tempo e l’attesa è ormai finita: adidas è il nuovo sponsor tecnico della Juventus dalla stagione 2015-16 e fino al 2021. Subentra a Nike, che vestiva i bianconeri dalla stagione 2003-04. Per strane coincidenze le due “prime maglie” tendono a somigliarsi: strisciatura sottile con 7 righe nere per Nike e 6 per adidas e la presenza di tanto bianco. In tutte e due i modelli non c’è collo a polo. Nike per prima ha posizionato lo Scudetto al centro della maglia, anche se per la Supercoppa italiana del 2003 a New York proprio il Tricolore ha coperto lo Swoosh in segno di protesta con il jersey sponsor dei tempi Tamoil (brand libico e malvisto dall’azienda americana). Anche per quanto riguarda le strisce nera c’è una simpatica similitudine: adidas ha optato per una linea a zig-zag che richiama quella delle maglie da calcio retrò in tessuti naturali. Ma anche Nike ha proposto una maglia con un evidente contorno spigoloso nella stagione 2010-2011. E poi entrambi i marchi hanno scelto il rosa come colore della divisa da trasferta per il primo anno.

Contratto super per l’Italia, ma inferiore al Manchester United

Un contratto lungo e molto redditizio: le nuove maglie adidas della Juventus 2015-2016 sono le prime di una sponsorizzazione tecnica fino al 2021 (ma non si escludono rinnovi): sei stagioni a 139,6 milioni di euro che non prevedono le forniture di materiale tecnico e i 6 milioni per le attività di licensing e di merchandising. A stagione siamo sui 29 milioni. Giusto per fare un paragone solo in casa adidas: contratti decennale con il Manchester United per 94 milioni e al Milan per circa una ventina.

maglia-juventus-tre-stelle

Concept che richiama le divise Robe di Kappa dei primi Anni 80

Le nuove maglie adidas della Juventus richiamano a prima vista quelle dei primi Anni 80 del secolo scorso: quelle indossate dalla generazione di campioni del ventesimo scudetto poi anche protagonisti in Nazionale ai Mondiali vinti in Spagna nel 1982. La strisciatura torna a essere di sei righe nere e cinque bianche. Anche le maniche sono strisciate con le stesse dimensioni.

Lo scollo è a V, ma a differenza di quelle storiche di Robe di Kappe le nuove maglie adidas della Juventussono senza colletto a polo (elemento estetico prezioso per i tifosi, ma scomodo per i giocatori come ci ha confessato Luca Antonini ai tempi del Milan). La personalizzazione del nuovo sponsor tecnico saranno ovviamente le tre strisce sulle spalle in nero su fettuccia bianca che arrivano a metà dell’omero per lasciare spazio ai badge Lega Serie A, Coppa Italia e Uefa Champions League. Pantaloncini bianchi con tre strisce nere ai lati e calzettoni bianchi con risvolto bianconero, ma fasciati di nero all’altezza dello stinco.

Il jersey sponsor per il 2015-2016 rimane il marchio Jeep

Con le nuove maglie adidas della Juventus non si prevedono cambi di sponsor con Jeep che rimane saldamente partner commerciale e jersey sponsor dei Bianconeri. Come da tradizione ormai verrà applicata un patch nera sul petto con il lettering in bianco. Una scelta esteticamente discutibile, ma non sono previste soluzioni di design diverse per integrare il marchio nella strisciatura della maglia. Le nuove divise avranno la parte dorsale quasi completamente bianca per inserire numbering e lettering personalizzati dei giocatori. Previsto il bianco anche per la zona laterale sotto le maniche.

Bianconero tutto nuovo: ci saranno le tre stelle dorate

La novità che tutti i tifosi aspettano da qualche stagione: le nuove maglie adidas della Juventus avranno le tre stelle dorate a rappresentare gli oltre 30 scudetti vinti. Limitiamoci a dare questa indicazione: oltre 30 scudetti. Le due stelle erano apparse per la prima volta nel 1982-83, mentre la prima stella è datata 1958-59. Sono poi scomparse nel 2012 per lasciare spazio alla dicitura “30 sul campo” in merito ai due scudetti revocati dopo Calciopoli. L’anno scorso con il 30° titolo non erano tornate, ma adesso il nuovo claim dello sponsor tecnico è: “Tre strisce, tre stelle”. Potrebbero essere quattro? Per ora nessuna novità sull’inserimento della stella argentata per la decima Coppa Italia. Prima volta nel 1959-60 con Scudetto (interno) e Coccarda (esterna) posizionati a sinistra sotto la stella dorata.

Dopo 20 anni ancora insieme badge Scudetto e Coppa Italia

Le nuove maglie adidas della Juventus avranno un doppio badge: lo Scudetto per il titolo conquistato nel 2014-15 e la Coccarda per la vittoria della Coppa Italia. Prevedibile che vengano applicate al centro della maglia sopra il petto tra lo stemma del club a sinistra e il marchio adidas a destra. Ultima volta nel 1995-96 con lo Scudetto posto a sinistra e sormontato dalle due stelle dorate e la Coccarda a destra con sopra il marchio Kappa.

Per le trasferte si torna al colore rosa come nel 1898, anno di fondazione

Come colore per le trasferte le nuove maglie adidas della Juventus saranno rosa come quelle dell’anno di fondazione nel 1898 e usate fino al 1903 e in ben tre campionati italiani. Il design sarà con una fasciatura di tonalità più intensa sul petto e spezzata dall’inserimento di un doppio giro di bianco. Calzoncini neri con dettagli in rosa e calzettoni rosa con risvolti neri e fasciati con lo stesso motivo della maglia all’altezza dello stinco.

Terzo kit nero, una citazione all’impresa di Madrid del 1962

Tra le nuove maglie adidas della Juventus la terza sarà di colore nero con dettagli in oro. Anche in questo caso un richiamo storico forte alle divise dei Bianconeri usate in Coppa dei Campioni nel 1962 a Madrid con la storica vittoria contro il Real, il primo ko delle Merengues in casa nella manifestazione. L’abbinamento sarà con pantaloncini neri e una grafica bianca mentre i calzettoni saranno bianchi con risvolti dorati. Per la prima volta anche lo stemma del club sul cuore dovrebbe essere con outline dorato.

Per i portieri un omaggio al mitico “numero uno” Dino Zoff

Per quanto riguarda i portieri le nuove maglie adidas della Juventus dovrebbero rendere omaggio al mitico Dino Zoff con una divisa grigia con spalle e maniche nere. Se andiamo a vedere nello storico il mitico portierone della Juve e della Nazionale è stato il primo nel 1975 a indossare le tre strisce adidas sulle maniche (oltre che al logo sul petto). Per una regola internazionale recepita della Federcalcio da quella stagione i portieri non possono più vestirsi di nero (regola che cadrà poi dal 1994). Dino Zoff è il primo testimonial dell’azienda tedesca e veste una maglia verde scuro con colletto a polo nero e strisciatura sulle maniche sempre in nero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.