Categorie
Passioni Sport & Fun

Mi Games 2015, presentazione a Milano con Ivan Cordoba

mi-games-2015-milano

Numeri importanti quelli del Mi Games 2015: sono attesi 2500 atleti impegnati nei giochi e più di 5mila persone coinvolte nel totale degli eventi. Il corollario è anche di intrattenimento ed educativo, per non lasciare vuota la città d’estate, quando finiscono le scuole. I camp del Mi Games 2015 (8-12 giugno) vedranno protagonisti i campioni dello sport più amati dai ragazzi. Mi Games è un’associazione sportiva dilettantistica nata sotto forma di start‐up.

Tanto sport e giochi in città per divertirsi anche in estate

Il format Mi Games nasce nel 2014 come manifestazione multisport che comprende diverse discipline: calcio, basket, beach volley e atletica suddivise in tre categorie (under 15, under 18, over 18). L’idea è quella di coinvolgere ragazzi e non solo in una settimana di sport e divertimento all’interno delle mura cittadine: “Live the city, Live the sport”. Le tre tappe di Mi Games 2015 sono a Milano dal 6 al 14 giugno, a Santa Margherita Ligure dal 6 al 9 agosto e in Rwanda dal 12 al 14 agosto.

Mi Games nasce nel centro di Milano, in via della Moscova al centro sportivo Play More. La passata edizione ha visto coinvolti circa 900 atleti e più di 3mila persone. Nell’edizione Mi Games 2015 sono previsti 1.500 atleti suddivisi per età nelle diverse discipline. La tappa milanese prevede molte attività collaterali tra cui aperitivi a tema (Spotlime, Esn, Okapia, Pikablink), tornei di calcio balilla, tornei di subbuteo e altre attività ricreative. La novità dell’anno è l’introduzione del camp multisport per bambini (nati tra il 2002‐2008). Il camp infrasettimanale prevede durante la giornata sia lezioni tecniche che momenti di svago sempre associati allo sport.

Tra le novità di Mi Games 2015 c’è la tappa a Santa Margerita Ligure una delle più famose località balneari nel golfo del Tigullio. I giardini a mare, nel pieno centro della cittadina, ospiteranno l’evento dal 6 al 9 agosto e, per la prima volta, la manifestazione è allestita interamente in piazza. Il torneo multisport comprende basket, calcetto, beach volley, atletica e pallanuoto. Il tutto accompagnato dalla muscia e il dj-set di Radio NumberOne.

L’obiettivo di Mi Games 2015 tramite diverse iniziative è quello di sostenere due diversi progetti charity. Mi Games, già dalla passata edizione, è legata a Italia por Colombia associazione di Ivan Cordoba. Durante la tappa di Milano è allestita la “Gabbia” in cui si disputa un torneo di calcetto 2vs2. L’ intero ricavato è devoluto a un progetto di sostentamento alimentare per i bambini colombiani.

Mi Games da quest’anno collabora anche con Okapia,  onlus nata da poco, e realizzeranno un’ulteriore tappa Mi Games 2015 in Rwanda. Mi Games Rwanda si svolgerà dal 12 al 14 agosto 2015 nella cittadina di Rulindo . Tutti i partecipanti della manifestazione africana saranno premiati con delle borse di studio.

Sport e divertimento anche con un progetto charity in Rwanda

“Adesso aspettiamo le iscrizioni, che si possono fare sul sito dei Mi Games 2015 — ha detto Davide Ardizzone, CEO e founder dell’evento –. Puntiamo al tutto esaurito. Ci teniamo particolarmente a questa edizione che sarà davvero di lancio per il progetto allargato, vero e proprio Tour, che metteremo in piedi il prossimo anno con numerose tappe italiane. MiGames da evento milanese è già diventato internazionale e presso diventerà anche Nazionale con l’energia e la voglia di fare sport di tutti”.

“Sia per il supporto ai 150 bambini che seguiamo tramite l’associazione Italia por Colombia — ha detto Ivan Ramiro Cordoba –, sia per i progetti avviati in altre parti del mondo da associazioni come Okapia, posso dire di aver trovato nell’Italia, un Paese sensibile e sempre pronto ad aiutare il prossimo. Mi Games 2015 è un progetto speciale perché penso sia fantastico poter usare lo sport, con la sua carica di divertimento e passione, come uno strumento attraverso cui aiutare altre persone. Spero di riuscire, entro i prossimi due anni, a portare Mi Games anche in Colombia, dove sicuramente sarà accolto con grande entusiasmo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.