Categorie
Maglie Calcio Serie A Squadre Italiane

Juventus, maglia con tre stelle nel 2015-16: o forse quattro

maglia-juventus-tre-stelle

Tre stelle sulla maglia della Juventus. O quattro? Dopo la decima Coppa Italia vinta contro la Lazio il tema “stella d’argento” è caldo. Dipenderà anche dalla voglia di Juventus e adidas di intervenire sulle divise già pronte per la prossima stagione: dalle indiscrezioni che vediamo circolare da qualche mese non contemplano lo spazio per aggiungere una quarta stella. Non solo: il pezzo forte della prima maglia adidas della storia bianconera sarà proprio il ritorno delle stelle abbandonate per la polemica di Andrea Agnelli con l’ormai famoso “30 sul campo” del 2012.

maglia juventus 1958

Divisa bianconera adidas con tre strisce e tre stelline dorate

Nike saluta la Juventus a fine giugno 2015 e adidas prende il suo posto come sponsor tecnico. La maglia della Juventus con tre stelle del 2015-16 è il pezzo forte nel panorama calcistico europeo e segna un notevole punto a favore del nuovo partner dei bianconeri che proprio sul tema delle stelle si sono trovati ai ferri corti con Nike. Le voci di corridoio indicano questo delle tre stelle come l’episodio che ha ufficialmente aperto la crisi poi conclusa con il mancato rinnovo a favore di adidas.

Prima di tutto facciamo un po’ di chiarezza anche grazie a un pezzo di Tuttosport.com: “Quando la Juventus vinse il suo decimo scudetto, nel 1958, il Coni assegnò al club una delle sue onoreficenze: la stella d’oro al merito sportivo. Umberto Agnelli, allora presidente, fu entusiasta di quel riconoscimento al punto da volerlo simboleggiare sulla maglia […]”.

La stella piacque così tanto ai tifosi e fece così invidia agli avversari da rimanere nelle stagioni seguenti per simboleggiare i 10 scudetti anche se non è mai esistita una regola della Federcalcio. Mai nessuna polemica fino a quando la Juve ha vinto il trentesimo scudetto sul campo creando gli imbarazzi del palazzo, che ne conta due in meno perché revocati dopo Calciopoli.

Pare che a questo punto la Figc abbia consigliato al club di non mettere tre stelle sulla maglia della Juventus. Inter e Milan pare abbiano fatto pressioni per evitare l’imbarazzo di un conteggio degli scudetti sfasato rispetto all’albo d’oro del calcio italiano della Serie A. Il presidente Andrea Agnelli ha invece chiesto a Nike di procedere con la nuova maglia della Juventus con tre stelle, ma lo sponsor tecnico — si dice per non irritare l’Inter che veste lo Swoosh — abbia tentennato. Con la soluzione di forza di Agnelli che ha fatto coprire le due stelle e aggiunto l’iscrizione “30 sul campo”.

Come sarà la casacca dei Bianconeri se vinceranno la decima Coppa Italia?

Visto che una norma non esiste in Federcalcio la Juventus ha continuato nel suo intento di non mettere più le stelle sulla maglia anche dopo la conquista del trentesimo scudetto ufficiale. Con il cambio di sponsor tecnico da Nike ad adidas e con il 31° titolo in bacheca le tre stelle sulla maglia della Juventus sono il pezzo forte per il 2015-16. Dalle foto che circolano in rete si nota che saranno messe sopra lo stemma del club in alto a sinistra e non allineate tra loro, ma con un posizionamento ad arco.

Ma qualcosa potrebbe ancora cambiare in caso di conquista della decima Coppa Italia. Sulla maglia della Juventus tre stelle dorate e una argentata: quella per la Decima.  Anche in questo caso non esiste una regola, ma solo una dichiarazione di intenti ogni volta che Juventus e Roma — con 9 coppe a testa — sono arrivate in finale: per la Decima si può applicare alla maglia una stella d’argento? La leggenda dice di sì anche se priva di fondamento storico, perché la stella dorata della Juventus nel 1958 simboleggiava il riconoscimento del Coni.

Difficile che adidas rivoluzioni le maglie: potrebbe optare per la coccarda celebrativa con magari inclusa la stella argentata o magari lasciar perdere per questa stagione visto che la Roma non è in finale. Come già successo nel 2012 sarebbe il caso che la Federcalcio prenda un posizione netta sulla pratica dei fregi commemorativi a partire da scudetto e coccarda (posizionamento sulle maglie) fino all’uso delle stelle (dorate per gli scudetti e argentate per la Coppa Italia).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.