Categorie
Canotte Basket Nba

Nba, Milwaukee Bucks: nuovi loghi e colori per il 2015-16

milwaukee-bucks-nuovi-loghi-nba

La franchigia del Wisconsin ha nuovi loghi e schema cromatico. Ma le maglie aggiornate si vedranno solo al Draft 2015.

Rebranding completo per i Milwaukee Bucks: la franchiga Nba del Wisconsin ha presentato i nuovi loghi e colori in un party organizzato al BMO Harris Bradley Center, dove la squadra gioca dal 1988. Il cambio degli attuali si vedrà solo a fine stagione per i playoff per quanto riguarda gli stemmi mentre le nuove divise saranno presentate qualche ora prima del Draft 2015: perciò intorno al 25 giugno.

Evoluzione dei loghi nella Nba: i Milwaukee Bucks

Andiamo con ordine e presentiamo i nuovi loghi dei Milwaukee Bucks. Alex Lasry, vicepresidente che si occupa di strategia e operazioni, ha spiegato che il concetto del rebranding doveva essere un look classico che riflette lo spirito della città e dello stato del Wisconsin. Il nuovo logo primario è quello con la testa di cervo, che adesso ha 12 punte invece che 8 (a indicare gli anni che passano dalla fondazione nel 1968) e con il collo dell’animale formato dalla lettera M maiuscola. Non sfuggirà di notare anche che il disegno delle corna del cervo richiama le cuciture di un pallone da basket (soprattutto quelle più piccole sopra la testa).

Il logo secondario viene adesso chiamato “stemma d’onore” e serve a sintetizzare la storia sportiva dei Bucks, la franchigia Nba nata a Milwaukee nel 1968. La forma circolare del logo incorpora un pallone da basket con la lettera M maiuscola mentre nella cornice il lettering riporta “Bucks Basketball” e “Est. 1968”. Di questa versione del logo è disponibile anche la versione senza cornice con le due iscrizioni. Una scelta visiva che ricorda le insegne dell’era industriale della prima metà del secolo scorso. Ma la M maiuscola ricorda, a mio parere, il logo di Super Mario della Nintendo.

Ultimo logo: la forma geometrica dello stato del Wisconsin di colore verde con il lettering Bucks in maiuscole e in diagonale. Un pallone da basket è posizionato nell’angolo inferiore destro proprio sulla città di Milwaukee. Interessante notare che c’è un doppio bordo: uno di colore crema e uno di colore blu che rappresenta la tonalità del lago Michigan, che bagna le coste della città e della costa Est dello Stato.

A questo punto esaminiamo il nuovo schema di colori dei Milwaukee Bucks, che vedremo sulle maglie della stagione 2015-2016: rimane il verde scuro (tonalità che richiama la vegetazione del Wisconsin) abbinato al color crema (“cream city” era il nomignolo di Milwaukee nel 19esimo secolo per via del colore dei mattoni usati per l’edilizia cittadina) e il blu lago che sottolinea l’importanza di laghi e fiumi (Milwaukee deriva da “Millioki”, che per i nativi significa ritrovo circondato da acque). Bianco e nero completano il quadro cromatico della franchigia. Escono di scena il rosso (storico colore introdotto fin dal 1968) e il viola che abbiamo visto dagli Anni 90.

Nuovi stemmi dei Milwaukee Bucks per la Nba 2016

Un po’ di curiosità sul rebranding dei Milwaukee Bucks. Lo studio scelto per creare i nuovi loghi è Doubleday & Cartwright con sede a New York. Ci hanno lavorato Kimou Meyer e Chris Isenberg oltre al direttore creativo Justin Thomas Kay (tifoso dei Green Bay Packers e dei Bucks essendo nato nel Wisconsin). I designer hanno spiegato che la scelta del font usato per la lettera M nei nuovi loghi non prende spunto dai super-eroi di casa Marvel, ma dall’iconografia delle grandi aziende e industrie del Mid-West americano. I nuovi loghi, colori e divise erano già pronti per il Labour Day del 2014 (cioè i primi di settembre dello scorso anno) per avere l’ok dalla Nba per il 2016. Due anni di lavoro come abbiamo già visto per i New Orleans Pelicans e Charlotte Hornets.

Dispiace non rivedere il rosso nelle divise dei Milwaukee Bucks, che era presente dall’anno della fondazione nel 1968: il Milwaukee Professional Sports and Services Inc. si ispirò alle divise verdi dei Boston Celtics distinguendosi per l’introduzione del rosso come colore complementare al bianco degli orli, lettering e naming. Con questo schema di colori e la testa del cervo posizionata sulla gamba sinistra dei pantaloncini è arrivato il primo titolo Nba nel 1971 (campioni più precoci della storia). Erano gli anni del giovane Ferdinand Lewis Alcindor jr. che proprio l’anno del titolo con i Bucks cambiò nome in Kareem Abdul-Jabbar.

Le date importanti per i Milwaukee Bucks sono queste: l’anno di fondazione 1968, il primo titolo nel 1971; la finale persa contro Boston nel 1974; il primo restyling delle divise nel 1978 ispirato agli Houston Astros del baseball (le righe laterali); nuovo logo e introduzione del colore viola nel 1993. Oltre al rosso — sparito una prima volta nel 1985 e poi tornato nel 1999 — i tifosi dei Bucks sono affezionati al logo-mascotte degli Anni 70 e la maglia con la grafica del cervo introdotta nel 1995 e ritirata nel 1999: entrambe fanno parte delle Hardwood Classics Nights della Nba.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.