Categorie
Canotte Basket Nba

Boston Celtics e i numeri ritirati: una tradizione che deve finire

Secondo il blog celticslife.com è tempo di studiare alternative per rendere omaggio alla carriera di vecchi campioni con la maglia dei Boston Celtics. Se tutti i numeri di maglia vengono ritirati cosa di deve fare? E la domanda che si è fatto Austin, un tifoso dei Boston Celtics e ben argomentata sul blog celticslife.com. I numeri a disposizione dei giocatori sono dallo 00 al 99 per un totale di 101 maglie. Dal 1946 ben 21 numeri sono stati ritirati per rendere omaggio a campioni che hanno vestito il verde di Celtics. Un record nello sport professionistico Usa. Probabile che anche quelli di Garnett e Pierce presto saranno messi da parte portando la cifra a 23. Con questo ritmo -- calcola Austin -- in 69 anni rimarranno solo 59 numeri disponibili. Facendo nascere dei problemi. Oggi rimangono disponibili 80 numeri meno i 13 in uso dal roster stagionale. Di solito i giocatori preferiscono numerazioni basse e per questo motivo i più gettonati nelle ultime stagioni sono il numero 4, 7, 8, 11, 12 e 13. Chi arriva deve accontentarsi di quello che rimane: spesso le decine dopo il 60. Il nostro Gigi Datome ai Boston Celtics ha scelto il numero 70 (con i Detroit Pistons aveva il 13). Per quanto assurdo possa sembrare la domanda che pone celticslife.com è la seguente: qualche giocatore free-agent potrebbe rifiutare i Celtics perché non trova un numero di maglia che gli piace? Per ora sembra paradossale, ma di questo passo potrebbe diventare un problema serio con il quale misurarsi a Boston. Bisogna iniziare a trovare valide alternative. Nessuno arriverà mai ai Celtics per vestire il mitico 33 di Larry Bird come mai nessuno a Chicago prenderà il 23 di Michael Jordan e in futuro ai Lakers per usare il 45 di Kobe Bryant. Ma gli altri 100 numeri? Jim Loscutoff, vecchia gloria dei Celtics tra gli Anni 50 e 60 vincitore di 7 titoli, ha declinato l’invito di ritirare il suo numero 18. Preferiva vederlo sulle spalle di un giocatore con la canotta verde piuttosto che appeso al soffitto del Garden. Hanno ritirato Loscy, il suo nickname. Per poi ritirare il 18 usato negli Anni 70 da Dave Cowens. Questo gesto lascia aperta la porta a molti dubbi sui criteri per i numeri ritirati ai Boston Celtics. La proposta di Austin è semplice: ritirare numero e nome della vecchia gloria, ma lasciare libera la combinazione per futuri giocatori. L’impatto di “33 Bird” o “2 Auerbach” è forte per qualsiasi tifoso di ogni epoca. Ma lascia libero il numero per altri futuri campioni che potranno aggiungersi. O magari basta semplicemente ritirare per sempre un numero ogni decade anche se un decennio come gli ANni 90 per i Boston Celtics ha visto ritirarsi stelle del calibr di Bird, Parish, McHale e Lewis.

Secondo il blog celticslife.com è tempo di trovare alternative per l’omaggio alle vecchie glorie. Altrimenti non ci saranno più numeri per la maglia dei Boston Celtics.

Se tutti i numeri di maglia venissero ritirati? È la domanda che si è fatto Austin, un tifoso dei Boston Celtics e ben argomentata su celticslife.com. I numeri a disposizione dei giocatori sono dallo 00 al 99 per un totale di 101 maglie.

Dal 1946 ben 21 numeri sono stati ritirati per rendere omaggio a campioni che hanno vestito il verde dei Celtics. Un record nello sport professionistico Usa. Probabile che anche quelli di Garnett e Pierce saranno presto messi da parte portando la cifra a 23. Con questo ritmo — calcola Austin — in 69 anni rimarranno solo 59 numeri disponibili.

numeri-ritirati-boston-celtics

Quale scegliere ai Boston Celtics se i numeri sono ritirati

Meno numeri da scegliere e maggiori problemi. Oggi rimangono disponibili 80 numeri meno i minimo 13 in uso dal roster stagionale. Di solito i giocatori preferiscono numerazioni basse e per questo motivo i più gettonati nelle ultime stagioni ai Celtics sono il 4, 7, 8, 11, 12 e 13 secondo il report del sito Basketball-Reference.

Chi arriva deve accontentarsi di quello che rimane: spesso le decine dopo il 60. Il nostro Gigi Datome ai Boston Celtics ha scelto il numero 70 (con i Detroit Pistons aveva il 13). Per quanto assurdo possa sembrare la domanda che pone celticslife.com è la seguente: qualche giocatore free-agent potrebbe rifiutare i Celtics perché non trova un numero di maglia che gli piace?


LEGGI ANCHE:

“Magic/Bird”: maglie retrò in scena a Broadway
Nba evolution, ecco come sono cambiate le maglie dal 1891


Per ora sembra paradossale, ma di questo passo potrebbe diventare un problema serio con il quale misurarsi a Boston. Bisogna iniziare a trovare valide alternative. Nessuno arriverà mai ai Celtics per vestire il mitico 33 di Larry Bird come mai nessuno a Chicago prenderà il 23 di Michael Jordan e in futuro ai Lakers il 45 di Kobe Bryant. Ma gli altri numeri dispinibili?

Numeri di maglia ritirati nel basket Nba: la proposta di celticslife.com

Jim Loscutoff, vecchia gloria dei Celtics tra gli Anni 50 e 60 vincitore di 7 titoli, ha declinato l’invito di ritirare il suo numero 18. Preferiva vederlo sulle spalle di un giocatore con la canotta verde piuttosto che appeso al soffitto del Garden. Hanno ritirato Loscy, il suo nickname. Per poi ritirare il 18 usato negli Anni 70 da Dave Cowens.

La proposta di Austin è semplice: ritirare numero e nome della vecchia gloria, ma lasciare libera la combinazione per futuri giocatori. L’impatto di “33 Bird” o “2 Auerbach” è forte per qualsiasi tifoso di ogni epoca. Ma lasciare libero il numero per altri futuri campioni è necessario per evitare pasticci.

Di Marco Scurati

Ho aperto il blog "Ama la Maglia" nel 2010. La maglia del cuore? Quella della Danimarca ai Mondiali di calcio 1986.

1 risposta su “Boston Celtics e i numeri ritirati: una tradizione che deve finire”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.