Categorie
Maglie Rugby Squadre nazionali

Rugby, maglia adidas Italia: parola ai protagonisti

italia-rugby-adidas-nuove-divise

Italia del rugby a poche ore dal debutto nei test match autunnali contro Tonga, Nuova Zelanda e Australia. Azzurri in campo con la nuova maglia adidas, che è stata presentata a ottobre a Roma. Il blog “Ama la Maglia” era presente all’evento e dopo aver ospitato Mirco Bergamasco – che ha definito la nuova divisa tutta azzurra dell’Italia “da 30 e lode” – adesso tocca a Tommaso Benvenuti e Andrea Sgarbi. Clicca e ascolta l’intervista…

maglia-adidas-rugby-gori-pennetta-brunel by Marco Scurati

Italia del rugby con la nuova maglia adidas completamente azzurra

Sempre al blog “Ama la Maglia” ecco l’intervista con Edo Gori e il ct della Nazionale italiana, il francese Jacques Brunel. Ospite molto gradito è anche la tennista Flavia Pennetta, testimonial adidas, che ha dato il suo giudizio alla nuova maglia dell’Italia.

maglia-italia-rugby-tommy-benvenuti-alberto-sgarbi- by Marco Scurati

Il rugby azzurro veste adidas e lo farà fino al 2017: Italia finalmente con i grandi della palla ovale

Per la prima volta la divisa sarà completamente azzurra: maglia, pantaloncini e calzettoni. Presenti al lancio gli atleti azzurri Mirco Bergamasco, Tommaso Benvenuti, Simone Favaro, Giulio Toniolatti, Alberto Sgarbi, Edoardo Gori. Per sostenere il lancio della nuova maglia — FOTOGALLERY — adidas ha presentato la piattaforma di comunicazione Voci del rugby, che darà la possibilità a tutti gli appassionati dello sport azzurro di far sentire la propria voce e realizzare il mantra del rugby italiano. La novità è rappresentata dal total color azzurro e dalle tre strisce platino che ruotano intorno alla spalla per maggiore visibilità in ogni fase del gioco. Il colletto è bianco con la bandiera italiana ricamata sul retro e il logo è quello ufficiale FIR, che ritorna sulle maglie dopo molti anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.