Categorie
Abbigliamento Tecnico Sport Usa

Football americano, Nfl: uniform review 2012/13

nfl-opening-game-cowboys-giants
E’ iniziata la stagione del football Nfl con i campioni in carica dei New York Giants ko a Dallas contro i Cowboys. E’ il primo anno di Nike come fornitore tecnico, che subentra dopo un decennio Reebok. Nessuna novità sconvolgente per non sollevare polemiche tra i tifosi che sono un pubblico molto conservatore per quanto riguarda le maglie e i colori dei team. Unica eccezione: i Seattle Seahawks. Nei prossimi anni sono in programma altri makeover: forse anche i Miami Dolphins cambieranno il logo.
New-York-Giants
Giusto per capire a che punto siamo arrivati con il ritorno di Nike ecco una timeline degli ultimi outfitter della Nfl: Russell Athletics (1996), Starter (1997/98), Nike (1999/2000), Reebok (2001/11) e Nike (2012). I tifosi e appassionati hanno notato che il Nike-bis è caratterizzato dalla swoosh sulle maniche ma, a differenza che negli Anni 90, questa volta non è sempre posizionato con la curvatura a sinistra: questo perché Nike ha voluto inserire il suo marchio come fa sulle scarpe e senza rovesciarlo.

Per quanto riguarda le squadre non ci sono novità da segnalare se non piccole curiosità e due clamorose throwback per Washington e Pittsburgh: peccato che Green Bay abbia deciso di mettere in naftalina la sua divisa vintage per questa stagione. Ovviamente non ci sono jersey sponsor nella Nfl, ma vedremo se per la partita in programma a Londra il 28 ottobre tra i Patriots e i Rams saranno inserite patch sponsorizzate come ha fatto la Mlb a Tokyo.

chicago-bears
Chicago Bears – I tv numbers sono stati spostati dalla manica alle spalle: in questo modo c’è più spazio per la fasciatura delle maniche che, su quella sinistra, tra le tre bande, ha inserito l’omaggio permanente a George Halas con la sigla GSH.

denver-broncos
Denver Broncos –  La squadra del Colorado torna alla divisa Home di colore arancione al posto del blu che adesso è sull’Alternate. La versione burnt orange (arancione scuro) richiama i fasti della Orange Crush, quando la squadra di Denver faceva impazzire i tifosi.

cleveland-browns
Cleveland Browns –  I brownies non vestiranno più il bianco come unico colore per le divise Home, ma tornano a inserire il marrone: anche l’ex Segretario di Stato Condoleezza Rice si è fatta immortalare con la divisa dei Browns. Ultimo anno per l’omaggio ad Alfred “Al” Lerner sulla manica sinistra con la sigla AL.


San Francisco 49ers –  Nessuna novità per quanto riguarda le uniformi Nike 2012/13, ma una gustosa curiosità per quanto riguarda Alex Smith: il quarterback fin dalla preseason veste una maglia con tre bande sulle maniche. Tutti gli altri ne hanno solamente due.

New York Giants  – I campioni in carica del Supebowl non sfoggiano patch o particolari segni di riconoscimento del loro status di campioni in carica. Esordio sfortunato con ko contro i Dallas Cowboys. Attenzione: nel corso della stagione tornerà il rosso come colore della Alternate.

ray-lewis-baltimore-ravens
Baltimore Ravens –  Niente di particolare da segnalare sull’outfit Nike, ma una curiosità: Ray Lewis, inside linebacker, maglia numero 52, è l’unico giocatore che ha indossato tutti i brand che hanno prodotto le maglie della Nfl dal 1996 – anno che è stato preso al draft dai Miami Hurricanes – a oggi: non si è mai spostato da Baltimore!

Washington Redskins –  La squadra non ha particolari novità da sfoggiare, ma un vintage outfit che sarà indossato per due partite della regular season. Molto originale l’idea di mettere una stampa color cuoio usato sui caschi per dare un tocco veramente anticato alla divisa.

Pittsburgh Steelers –  La squadra festeggia la stagione numero 80, ma il patch celebrativo non sarà applicato sulle divise Home e Away. Sarà usato solo per le maglie throwback 1934 in due partite di regular season. Come tradizione sono tornati i numeri sulle divise dopo le partite di preparazione.

houston-texans
Houston Texans –  Decimo anno della franchigia di Houston e finalmente un patch celebrativo che sarà applicato sulle divise Home e Away per tutta la stagione. Da segnalare che il bordo del collo rosso è veramente in versione XL rispetto a tutte le altre maglie Nfl.

Di Marco Scurati

Ho aperto il blog "Ama la Maglia" nel 2010. La maglia del cuore? Quella della Danimarca ai Mondiali di calcio 1986.

1 risposta su “Football americano, Nfl: uniform review 2012/13”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.