Categorie
Maglie Calcio Serie A Squadre Italiane

Milan, top e flop della nuova maglia rossonera

ac-milan-adidas-kit-2012-13
Dopo il lancio del kit adidas è tempo dei primi bilanci. Ok modello e richiami alla prima divisa di Herbert Kilpin. Occhio al marketing: la notte è dell’Inter

Fonti del post:
facebook.com/ACMilan
twitter.com/acmilan

Tre video virali su YouTube per la presentazione della nuova maglia Home del Milan anticipata anche su Twitter e Facebook. Per il secondo anno consecutivo adidas e il club rossonero hanno scelto il web e i social network per svelare il kit della stagione seguente. I tre filmati sono ambientati a Milano e mostrano dettagli della nuova divisa. Fino alla foto con Nocerino, Ambrosini, Thiago Silva, Boateng e Ibrahimovic davanti al Castello Sforzesco. Ecco il giudizio sulla maglia e relativo lancio.

ac-milan-official-adidas-home-jersey-kit-2012-13
TOP

La città di Milano – Da milanese dico che ambientare in città il lancio della nuova maglia è una scelta di marketing azzeccata. Il Meazza in San Siro, piazza del Duomo, via Turati, il Castello Sforzesco sono luoghi cari ai milanesi e a tutti i milanisti. Il glocal (locale e globale) trova a Milano la fusione perfetta.

La maglia del 1899 – Un modello classico, di questi tempi, è sempre una bella notizia. Si parte dalla storica prima maglia rossonera ideata e colorata dal fondatore del Milan: “lord” Herbert Kilpin. Anche il colletto, decisamente in versione extra-large, è un omaggio al collo inamidato del calcio dei pionieri.

FLOP

Il colletto bianco – Il richiamo alle radici del Milan con una divisa ispirata alla camicia rossonera del 1899 di Herbert Kilpin è evidente: ma il colletto era rossonero. Si poteva fare nero come l’orlo delle maniche. L’impressione è che sia bianco per far risaltare il lettering del jersey sponsor (così Galliani, lo scorso anno, ha presentato la novità del bianco sulla maglia).

I tre video su YouTube – Associare il lancio della nuova maglia rossonera alla notte non mi pare rispettoso nei confronti del già citato Herbert Kilpin che ha scelto i colori: …rosso come il fuoco e nero come la paura che incuteremo agli avversari…. L’oscurità, citata nell’ambientazione dei tre video, è invece l’elemento scelto dai cugini dell’Inter, secessionisti dal Milan nel 1908, e dal pittore Giorgio Muggiani che ha disegnato lo stemma societario con le lettere dorate inserite in due cerchi: …uno nero e uno azzurro, i colori della notte e del cielo. Esiste anche una versione che vuole il nero e l’azzurro come gli ultimi colori rimasti sulla tavolozza del pittore, ma la leggenda è stata smentita dallo stesso figlio di Muggiani.

5 risposte su “Milan, top e flop della nuova maglia rossonera”

amo il tricolore, ma collocato in questa maniera rovina tutto. il rosso del tricolore nella spalla sinistra si confonde col rosso del milan, e quindi risalta solo il verde della spalla destra, oltretutto un accostamento sgradevole. e male anche le pinstripes ovviamente…
peccato, perché è una gran maglia per il resto, e concordo sul fatto che il colletto sarebbe stato meglio nero.
il font cambierà vero? dimmi di si… bene i calzettoni

Per ora aspetto anche io di vedere le foto in alta definizione che saranno distribuite il giorno della presentazione il 2 maggio. Credo — e temo per te — che il font non cambierà… Però aspettiamo e vedremo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.