Calcio, Euro 2012: Germania con maglia verde di riserva. Prima volta nel ’54: “E’ colore logo DFB”



Finalmente una risposta su una questione tornata di attualità con la presentazione dei kit adidas per la nazionale tedesca. “Torna il verde come nel 1972″, dice il brand. E invece bisogna andare indietro al 1954 in Svizzera: Germania in verde. Perché? Risponde direttamente la Deutscher Fußball-Bund e smentisce il suo sponsor.

Fonti del post:

adidas fussball

Leggi anche:

Calcio, Euro 2012: adidas riveste la Germania di verde con kit Away. Storia, passione e tradizione

Germania, campioni dell’Ovest contro l’Est: compie 20 anni la riunificazione del calcio

Le domande sono due: perché la Germania gioca con la maglia di riserva verde e da quando? Le risposte sono semplici: i tedeschi dell’Ovest hanno giocato per la prima volta con la maglia verde ai Mondiali del 1954 in Svizzera e il colore riprende quello principale usato nel logo della DFB, la Deutscher Fußball-Bund. E’ ufficiale, perché la conferma arriva direttamente dalla federcalcio tedesca a una mia mail con la richiesta di fare luce sulle tante domande che ruotano intorno all’argomento. Mi sono rivolto anche ad adidas, la casa madre in Germania, per avere da loro un chiarimento e la risposta è stata molto dettagliata ma solo per quanto riguarda l’aspetto commerciale. “La nuova maglia Away è ispirata dall’Euro 1972, quando per la prima volta la Germania ha vestito divise verdi“, ha scritto Hendrik Lange. Il modello 2012 riprende quello 1972, ma non spiega perché la Germania Ovest 40 anni fa giocò in verde. E le dichiarazioni del team manager Oliver Bierhoff sono state abbastanza generiche: “Verde è il colore della speranza e veste alla perfezione le nostre ambizioni di vittoria per Euro 2012“.


Niente omaggio alla nazionale di calcio dell’Irlanda, niente debito di guerra nei confronti del bombardamento tedesco di Dublino e niente verde per far innervosire gli inglesi a Wembley nel 1972. Anche perché già nel 1970 la Germania Ovest aveva giocato contro il Perù in verde ai Mondiali di Messico ’70. La nota di ulteriore colore riguarda proprio il 1954 e il famoso “Miracolo di Berna” con i tedeschi capaci di rimontare e battere la favorita Ungheria: parliamo del “miracolo verde” che ha visto i tedeschi vincere 7-2 lo spareggio della fase a gironi contro la Turchia indossando maglia verde e pantaloncini e calzettoni neri (i turchi vestivano di bianco con fascia rossa sul petto) e poi trionfare 6-1 in semifinale contro l’Austria (in bianco) sempre in verde e con i pantaloncini bianchi. E come testimonia la cartolina-telegramma dell’epoca con la foto dei tedeschi per celebrare il loro trionfo mondiale a Berna: nel 1954 sviluppare la pellicola richiedeva troppo tempo e si prendevano le foto della partita precedente (Germania in verde invece che in bianco e con fotoritocco al Fritz Walter che tiene sottobraccio la Coppa Rimet).

Comments

  1. Alvise says

    Sulla storia della nazionale tedesca al mondiale del ’54, che è stato qualcosa di mitico, si potrebbe scrivere un’enciclopedia

    • says

      Dalle maglie agli scarpini con tacchetti intercambiabili ai primi ‘integratori’ ce n’è per un film!!! che infatti hanno anche fatto… ma resta un risultato sportivo e sociale di altissimo valore storico per la Germania del post guerra!

Trackbacks