Categorie
Canotte Basket Nba

Basket, Nba: le maglie omaggiano Aba e Anni ’70 con throwback night. Inizia Miami coi Floridians


Nove squadre pronte per sfoggiare un look vintage sui parquet del basket americano. Sotto i riflettori le quattro franchige Aba passate alle Nba nel 1976: New York Nets, diventati New Jersey Nets, i Denver Nuggets, gli Indiana Pacers e i San Antonio Spurs. Cinque squadre in bianco e quattro colorate.

Fonti del post:

Remember the Aba
The Score Blogs
Espn Page 2

Gli amanti delle divise retrò del basket americano pronti per le throwback night Nba della stagione 2011/12. La lega pro’ nordamericana rende omaggio ai 45 anni dalla nascita della Aba, la American Basketball Association, che dopo nove anni di vita è stata parzialmente assorbita dalla Nba. Ben nove squadre coinvolte nell’operazione nostalgia con i Miami Heats primi a scendere in campo il 21 gennaio 2012 in casa contro i Philadelphia 76ers. Giocheranno in bianco con i colori dei Floridians anno 1970/71: al template originale della squadra ormai scomparsa della Florida aggiungono la scritta Miami al centro sopra il numero leggermente decentrato per far spazio alla doppia banda verticale magenta e rossa. Nel lancio (foto di apertura) simpatica operazione vintage in stile Instagram.


Personalmente aspetto con ansia la partita dell’11 febbraio 2012 tra Denver Nuggets e Indiana Pacers dove entrambe le squadre giocheranno in throwback per omaggiare il loro passato nella Aba. Denver in bianco con il kit del 1975/76 e Indiana con la maglia blu del 1971/72. Iniziamo proprio dalla maglia dei Pacers che è quella più vincente della storia Aba: in nove campionati Indiana ha giocato cinque finali vincendo tre titoli in quattro anni consecutivi. Sono la squadra più vincente della scomparsa lega del basket americano. Per quanto riguarda i Nuggets giocheranno con il logo vintage formato da piccone e pepita all’interno di un ovale blu. In questo caso un doppio omaggio: era l’ultimo kit usato nella Aba che la Nba ha autorizzato nel 1976/77 per il loro primo campionato nella lega pro’. La chicca è la scritta Denver in verticale sul lato del pantaloncino con lo stesso lettering usato poi dal 1982 per la famosa maglia con il logo “rainbow city” anche conosciuto come “tetris logo” di Denver.


Per quanto riguarda le altre maglie throwback c’è da segnalare che New Jersey farà le prove generali del trasloco nella Grande Mela sfoggiando New York Nets anche se quasi sicuramente dal prossimo anno si chiameranno Brooklyn Nets. San Antonio con le divise dei Chaps. Ma qui nascono le prime polemiche per i “puristi” Aba: Miami, Memphis, Los Angeles Clippers, Charlotte e Minnesota adottano solamente ex squadre Aba per vicinanza geografica, ma non sono team che hanno raccolto l’eredità delle squadre per tramandarlo alla Nba.


I Grizzlies, franchigia che è arrivata a Memphis da Vancouver, in Canada, userà l’abbinamento insolito proposto nel 1972/73 e 1973/74 dai Memphis Tams: canotta gialla e pantaloncino verde. I Tams sono stati la squadra più colorata dello sport americano visto che rappresentavano tre stati (Tennessee, Arkansas e Mississippi) e i loro tre colori (verde, giallo e bianco) dovevano rappresentare le tre anime ed essere sempre presenti in varie combinazioni (anche con canotta o pantaloncino bianco).

Leggi anche:

Basket, Nba: Dallas Mavericks in visita alla Casa Bianca. A Obama in omaggio maglia numero 23

Basket, Nba: Detroit Pistons tolgono dalla maglia il patch “Mr. D” e voltano le spalle alla loro storia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.