Categorie
Maglie Calcio Premier League Squadre Straniere

Calcio, la home jersey del Chelsea per la stagione 2011/12 è una maglia incompiuta


Un progetto a metà tra passato e futuro.

E’ stata presentata la nuova maglia del Chelsea per la prossima stagione: debutto il 14 maggio nel match di Premier League contro il Newcastle a Stamford Bridge nell’ultima partita di campionato. Ci sono ancora i badge dorati riservati alla squadra campione ma che molto probabilmente saranno usati solo per la partita finale del 2011/12 visto che difficilmente il Chelsea si ripeterà quest’anno.


adidas ha concepito un design che pesca nei kit usati dai Blues negli Anni ’80 soprattutto per quanto riguarda la trama a bande orizzontali della parte frontale. A questo proposito non si può che constatare che i due modelli sono le maglie di La Coq Sportif della stagione 1983/84 e 1984/85: in questi casi il design è volutamente a righe orizzontali di due diverse tonalità di blu intervallate da una sottile linea rossa e bianca che decora anche il collo tondo, i polsini e l’orlo dei pantaloncini. Nella versione 2011/12 sono stati aggiunti sulle spalle e sul lato dei pantolonici delle bande bianche larghe che esaltano le tre strisce adidas di colore blu nella stessa tonalità della maglia.


Secondo me un kit con un piede nel passato e uno nel futuro, nel senso che l’originalità della banda bianca sulle spalle e sul pantaloncino dona alla maglia una connotazione inedita per il Chelsea. Per questo motivo trovo ridondante l’introdizione delle bande orizzontali in una citazione incompleta di un modello precedente, che ovviamente adidas non poteva richiamare nella sua integralità. A mio parere si poteva tenere il rosso come elemento di congiunzione tra la divisa Anni ’80, quella dello scorso anno e una tradizione cromatica che il Chelsea ha spesso preso come riferimento iconico.

Il rosso (scuro quasi granata) c’è però nella maglia da portiere che è bianca (da segnalare lo stemma che non è blu in questo caso). Forse la citazione adidas agli Anni ’80 è da intendere a 360° compresa la divisa dei numeri uno e che completa così le altre dieci. Troppo complicato per una maglia semplice come quella del Chelsea.

Ti piace il calcio inglese? Leggi anche:

Manchester United, Fletcher dimentica nome e numero: gioca mezzora con maglia anonima

Calcio, gli sponsor di maglia fanno sempre più ricchi i club d’Europa (ma non più in Italia)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.